Elezioni Francia 2017, euro e borse se vince Le Pen

Domenica 7 maggio avrà luogo in Francia il ballottaggio per le elezioni presidenziali e l’attenzione del mondo politico va di pari passo con quella della sfera economica e della finanza. Macron resta il candidato favorito, ma dopo i risultati del referendum sul Brexit in Gran Bretagna e la vittoria di Trump negli Stati Uniti, occorre considerare anche la possibilità di errore da parte dei sondaggi.

Il clima di totale novità che si respira in questa fase elettorale è dovuta al fatto che nessuno dei due storici partiti francesi (socialisti e repubblicani) svolge un ruolo da protagonista, ma a fronteggiarsi restano il partito di centro-sinistra En Marche! e quello dell’estrema destra del Front National, nazionalista ed euroscettico, che più preoccupa i mercati.

lepenmacron

Immagine di copertina: www.agi.it

Francia 2017, i mercati in caso di vittoria di Le Pen

La politica nazionalista ed euroscettica di Marine Le Pen costituisce un fattore di forte preoccupazione per i mercati finanziari. In particolare, il suo anti-europeismo dichiarato è il principale motivo di tensione e la vittoria al ballottaggio del 7 maggio da parte del Front National provocherebbe la fuga dai mercati da parte di molti investitori.

Il cambio euro/dollaro potrebbe crollare così come le borse europee, con ripercussioni anche sulle principali piazze mondiali per i forti legami economici che esistono tra le imprese europee e internazionali e per un clima di sfiducia che diventerebbe generalizzato.

Nel caso in cui un governo di Le Pen confermasse la volontà di condurre programmi di allontanamento dall’Unione Europea, la situazione potrebbe degenerare e il cambio EUR/USD, nel tempo, potrebbe scendere ben al di sotto della parità, con una discesa ben superiore al 10% nel medio-lungo termine.

Parallelamente, un nuovo franco francese sarebbe soggetto a forte volatilità e svalutazione e le imprese francesi subirebbero gli effetti di una fuga di investitori intenti a proteggere i propri capitali, il che comporterebbe la discesa a picco dei titoli francesi con effetti collaterali su tutti i principali indici azionari europei.

Francia 2017, i mercati in caso di vittoria di Macron

Lo scenario di una vittoria di Macron è considerato il più probabile e il favorito dai mercati finanziari, anche se il testa a testa in Francia è ancora aperto. Questa seconda ipotesi porterebbe a un rafforzamento dell’euro e a picchi di volatilità sugli indici europei, con tendenza rialzista.

Anche qui l’esito non è così scontato, tra gli indici azionari il francese CAC40 è ai massimi livelli mai registrati dall’inizio del 2008, mentre il tedesco DAX30 è addirittura ai suoi massimi storici: in questa settimana i listini sembrano avere già incorporato l’ipotesi più probabile della vittoria di Macron e, di conseguenza, non è da escludere che una fase di volatilità possa dar seguito nei giorni successivi a una nuova ripresa delle vendite.

cac40 050517

Annunci

Un pensiero su “Elezioni Francia 2017, euro e borse se vince Le Pen

  1. Pingback: Macron, è fatta? In Belgio i primi risultati | 200 lire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...